Storia del territorio (History of this territory)

Epoca Napoleonica. I francesi  inviarono, anche in Italia , dei messi che diffondessero i principi di eguaglianza e libertà, spiegando la Costituzione e i relativi benefici che sarebbero derivati da una sua attuazione, e innalzando simbolicamente gli “alberi della libertà” in ogni piazza (se ne trova ancora qualcuno in giro per l’Europa). Come sappiamo successivamente sarebbero scesi in Italia con le loro truppe. Trovando nei residenti una resistenza e coalizione con gli invasori austriaci, cercarono in ogni modo di trovare un accordo prima di giungere a scontrarsi con la maggioranza della popolazione dell’entroterra ligure, che al grido di viva Maria e accompagnata in ogni sollevazione dalle campane che suonavano a martello, respinsero il messaggio Napoleonico e diedero battaglia ai Francesi,arrivando a bruciare le case dei simpatizzanti della Rivoluzione loro concittadini, e abbattendo gli alberi della libertà. Ebbero anche ad accettare di incontrare i messi del Generale Massena, salvo poi sparargli a vista.

Successivamente lo scontro a piu’ largo raggio avvenuto nei pressi di Marengo , Alessandria, ebbe a chiarire l’esito ed il destino della contesa, che sfocerà nella Repubblica ligure , con annessa Costituzione. Tuttavia le Repubbliche costituzionali istitutite da Napoleone in Italia, durarono in media due anni, causa l’ostilità popolare.

Anche in Toscana si registrarono episodi simili di insurrezione  popolare , e sono giunte alla memoria dei postumi episodi di aggressioni alle minoranze religiose, ne cito uno: in Toscana il popolo armato di forche e asce, marciando in fervore religioso, entrò in casa di una famiglia ebraica uccidendo a bastonate l’anziano che in quel momento vi si trovava. Nella sola Siena si registrano 13 Ebrei bruciati vivi ( http://www.sienanews.it/2011/07/05/i-13-ebrei-uccisi-in-piazza-del-campo-nel-1799-ecco-cosa-avvenne/ )

Qui sopra, il Generale Massena e il proclama redatto in due lingue rivolto alla popolazione insorta (in the picture, Massena and his proclame in two languages to the italian popolation of liguria)

 

Napoleonic period. The French sent, even in Italy, the messengers that they could supply the principles of equality and liberty, explaining the Constitution and the benefits that would be derived from its implementation, and raising the symbolic “tree of liberty” in each square (there is still someone around Europe). How would we know then came to Italy with their troops. They found resistance in italian people and coalition with the Austrian invaders, tried in every way to reach an agreement before coming into conflict with the majority of the population of the Ligurian hinterland, that at the “cry of Mary” and accompanied by bells ringing hammer, reject the message of Napoleon and fought against the French, coming to burn the homes of supporters of the Revolution their fellow citizens, and cutting down trees of liberty. They also had to agree to meet the messengers of the General Massena, after to shoot him on sight.

In Tuscany were recorded similar incidents of popular insurrection, and came to the memory of the aftermath episodes of attacks on religious minorities, I quote one: Tuscany, the people armed with pitchforks and axes, marching in religious fervor, went into the house of a family Jewish, killing blows an old man who at the time was there. In Siena there are 13 Jews burned alive ( http://www.sienanews.it/2011/07/05/i-13-ebrei-uccisi-in-piazza-del-campo-nel-1799-ecco-cosa-avvenne/ )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...