c’è crisi e crisi

Non bisogna guardare solo alla materialità come fattore esclusivo in grado di sopperire ad ogni necessità bensi’ è bene considerare la moralità e tenere ben presente il profondo significato di vita, procedendo nel rispetto di questa verso se stessi e verso il prossimo. Un economia è un aspetto essenziale per la società, altresì lo è l’etica e la morale personale.

Un campione.. (one champion..)

..è definito tale in base alle sue capacità sportive e alle sue prestazioni agonistiche. Dovrebbe evitare giri strani, eccessi nella vita privata e non macchiarsi di doping. Zlatan corrisponde a questo identikit, anche se in chiave moderna dove la competitività e l’aggresività sono portate al limite del consentito. Anche da giovane, e lo è ancora, non è mai apparso sulle cronache mondane, dando esempio di professionalità.

.. Is defined sò by his capacity and by his competitive performance. Should avoid strange turns, excesses in private life and not be guilty of doping. Zlatan corresponds to this identikit, although in modern key where the competitiveness and aggressiveness are taken to the limit of permitted. Even as a young man, and still is, has never appeared on the gossip, giving an example of professionalism.

Pensieri di Kafka ( at the moment not avaible in english)

Immagine

L’amore non è un problema, come non lo è un veicolo: problematici sono soltanto il conducente, i viaggiatori e la strada

“La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio”

Credere al progresso non significa credere che un progresso ci sia già stato

E’ difficile dire la verità, perchè ne esiste sì una sola, ma è viva e possiede pertanto un volto vivo e mutevole

Un idiota è un idiota; due idioti sono due idioti. Diecimila idioti sono un partito politico

Dire una cosa è troppo poco, le cose bisogna viverle

Il lavoro intellettuale strappa l’uomo alla comunità umana. Il lavoro materiale, invece, conduce l’uomo verso gli uomini

Di una cosa sono convinto: un libro dev’essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi

I Sentieri si costruiscono viaggiando

Non disperarti, non anche per le situazioni che non lo richiedono

Ogni rivoluzione evapora, lasciando dietro solo la melma di una nuova burocrazia

Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te

Quando io dico una cosa, essa perde subito e definitivamente la sua importanza; quando la scrivo la perde lo stesso, ma talvolta ne acquista una nuova

Consulta “La coscienza di Zeno” (at the moment not avaible in English)

https://itunes.apple.com/it/book/la-coscienza-di-zeno/id417207272?mt=11

https://play.google.com/store/books/details?id=RsiOKoCIoIoC

Contrariamente a quanto si ritiene, non trovo l’inettitudine la prima caratteristica nelle opere di Svevo.E sicuramente non in ottica negativa. In quest’opera egli ci parla di Zeno, un personaggio meno intraprendente ma che sopravvive, mentre chi, come Guido, osa oltre la propria conoscenza e capacità poi perisce, ponendo la materialità al di sopra della propria vita. Lo si evince dal suo suonare il violino in casa Malfenti quando ignorando il dissapunto di Zeno,l’unico in grado di accorgersi dell’infedeltà di esecuzione rispetto al spartito originale, dimostra di non tenere alcuna passione per la musica se non in funzione di fare colpo sugli ascoltatori di turno, e successivanente dal suo rifiuto, egoistico, per la bancarotta onde salvare la propria immagine. Vivrà coltivando la passione per la caccia e la pesca come via di fuga dalle proprie responsabilità verso se stesso e verso la famiglia e morirà inscenando un suicidio per suscitare la compassione in chi poteva fargli dei prestiti monetari. Ed è interessante notare come sia proprio Guido il potenziale sposo modello per la società dell’epoca. Zeno lo dice a più riprese: vi fosse Guido al mio posto, non avrebbe problemi di coscienza con Carla.
Ad ogni modo vi è da notare come il personaggio di Svevo guarirà con la psicoanalisi, pur non amettendolo mai.E lo si evince dal fatto che smise davvero di fumare.
Colgo qui l’occasione per parlare di Freud, visto il legame della psicoanalisi con il libro di Svevo. Freud riteneva che il bambino possiede una serie di istinti tra cui quello sessuale. Per questo,come sappiamo, ha attirato su di sè le critiche della società dell’epoca. Certo che il bambino ha uno sviluppo sessuale fin dalla prima infanzia. Il Super Io verrà sviluppato gradualmente in base agli insegnamenti dei propri genitori e, spesso, del contesto in cui vive,e il cui completamento coincide con il raggiungimento della maggiore età, ove potrà opporre la propria morale all’istinto raggiungendo lo stadio del libero arbitrio.